Cultura Crea Plus: riapertura sportello dal 7 novembre 2022

cultura e creatività foto pixabay

Riaperto lo sportello per Cultura Crea Plus, l’incentivo promosso dal Mic e gestito da Invitalia per le imprese del settore culturale, creativo e turistico colpite dall’emergenza Covid 19. La misura ha un’iniziale dotazione finanziaria di 10 milioni di euro, rivenienti dal PON FESR “Cultura e Sviluppo” 2014-2020 (Asse Prioritario II).

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese e ai soggetti del terzo settore (onlus, imprese sociali, associazioni di promozione sociale) costituite alla data del 1° gennaio 2020 ed esercitanti al 31 dicembre 2020 attività economica riconducibile all’elenco dei codici ATECO ammessi.
Per le imprese costituite da meno di 36 mesi, la sede deve essere situata in una delle seguenti regioni: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Nel caso di imprese costituite da oltre 36 mesi e per i soggetti del terzo settore, la sede deve essere situata in uno dei Comuni ricadenti nelle “aree di attrazione” come riportato nella direttiva  Direttiva operativa n. 238 del 29 marzo 2021.

Tra le spese ammesse:

materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti utilizzati nel ciclo produttivo caratteristico dell’impresa
utenze fornite su immobili strumentali allo svolgimento dell’attività
canoni di locazione relativi ad immobili destinati allo svolgimento dell’attività
prestazioni di servizi e prestazioni professionali connesse all’attività produttiva del soggetto beneficiario;
costo del lavoro dipendente
spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, per esigenze connesse alle attività dell’impresa
costi per l’apertura del conto corrente bancario dedicato alle spese richieste.

L’incentivo

Contributo a fondo perduto a copertura delle spese di capitale circolante nella misura massima di 25.000 euro, necessario per il riavvio e il sostegno alle imprese.

Per informazioni e supporto, contatta un esperto di PJ Consulting.

Contatti

"*" indica i campi obbligatori

Consenso privacy*

 

 

Contributi a fondo perduto per organismi culturali e creativi

cultura e creatività foto pixabay

C’è tempo dal 3 novembre 2022 al 1°febbraio 2023 per richiedere gli incentivi dedicati alla misura promossa dal Ministero della Cultura, “Transizione digitale organismi culturali e creativi” che conta su una dotazione finanziaria di 110,5 milioni di euro del PNRR.
La dotazione finanziaria di ciascuno dei dieci ambiti di intervento sarà riservata per il 40% a soggetti che abbiano unità locale nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna).

Beneficiari dell’intervento sono:

  • Micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone;
  • Società cooperative;
  • Associazioni non riconosciute;
  • Fondazioni;
  • Organizzazioni dotate di personalità giuridica no profit;
  • Enti del Terzo settore, iscritti o in corso di iscrizione al “RUNTS.

Gli ambiti di attività dei soggetti realizzatori:

  • Musica;
  • Audiovisivo e radio (inclusi: film/cinema, televisione, videogiochi, software e multimedia);
  • Moda;
  • Architettura e Design;
  • Arti visive (inclusa fotografia);
  • Spettacolo dal vivo e Festival;
  • Patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi: archivi, biblioteche e musei);
  • Artigianato artistico;
  • Editoria, libri e letteratura;
  • Area interdisciplinare.

Gli interventi sono finalizzati a:

  • La creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online capaci di interagire molteplici linguaggi espressivi e di adottare narrazioni innovative;
  • La circolazione e diffusione dei prodotti culturali verso nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero (ad es. sviluppo e ideazione di formati per lo streaming, dal vivo e non);
  • La realizzazione di attività per la fruizione del proprio patrimonio attraverso modalità e strumenti innovativi di offerta (piattaforme digitali, hardware, software per nuove modalità di fruizione e nuovi format narrativi, di comunicazione e promozione) volte a garantire un beneficio in termini di impatto economico, culturale e/o sociale, salvaguardando adeguatamente la tutela della proprietà intellettuale;
  • La digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione, condivisione attraverso la coproduzione, cooperazione trasfrontaliera e circolazione internazionale, soprattutto nell’Unione Europea;
  • L’incremento all’utilizzo del crowdsourcing e lo sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti community-based.

Le agevolazioni

Possono essere ammessi progetti di un valore massimo di 100 mila euro da avviare dopo la presentazione della domanda e da realizzarsi nell’arco di 18 mesi. Le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributi a fondo perduto e nella misura massima dell’80% del progetto di spesa ammissibile e, comunque, per un importo massimo pari a euro 75 mila euro, ai sensi e nei limiti del Regolamento de minimis.

Per informazioni e supporto, contatta un esperto di PJ Consulting.

Contatti

"*" indica i campi obbligatori

Consenso privacy*

 

 

MISE. BANDO MACCHINARI INNOVATIVI

Incentivi alle PMI delle Regioni del Sud che realizzano investimenti in immobilizzazioni materiali ed immateriali volti alla trasformazione tecnologica e digitale prevista dal Piano Impresa 4.0.

Continue reading

MISE. BREVETTI – MARCHI – DISEGNI. RIAPRONO I BANDI

Aiuti a Fondo Perduto alle PMI con sede in Italia che sostengono, o che hanno sostenuto, spese per brevetti, marchi, disegni o modelli.

Continue reading

INCENTIVI CURA ITALIA.

Dal 26 marzo alle 12 le domande di agevolazione per la produzione di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale per rispondere all’emergenza nazionale.

Continue reading

50 milioni di euro per Brevetti, Marchi, Disegni e Trasferimento Tecnologico.

50 milioni di euro per Brevetti, Marchi, Disegni e Trasferimento Tecnologico.. Beneficiari Imprese, Università ed Enti di Ricerca

Il MISE ha pubblicato cinque Bandi per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo.

Le micro, piccole e medie imprese potranno presentare la domanda per l’acquisto di servizi, fino all’esaurimento delle risorse, a partire:

  • dal 30 gennaio 2020 per le domande relative al bando Brevetti+, a cui sono destinati 21,8 milioni di euro, gestiti da Invitalia;
  • dal 27 febbraio 2020 per le domande relative al bando Disegni+4, a cui sono destinati 13 milioni di euro, gestiti da Unioncamere;
  • dal 30 marzo 2020 per le domande relative al bando Marchi+3, a cui sono destinati 3,5 milioni di euro, gestiti da Unioncamere.

Le Università e gli Enti Pubblici di Ricerca potranno, invece, presentare richiesta di accesso agli incentivi per finanziare progetti a partire:

Per informazioni e contatti info@pjconsulting.eu oppure 0809727022