Riprogrammate e approvate dalla Commissione Europea risorse aggiuntive pari a 1,8 miliari di euro nell’ambito del PON Imprese e Competitività 14 – 20, il Programma del Ministero dello sviluppo economico destinato alle imprese del Mezzogiorno.
Ampliate così le risorse per contrastare la crisi e istituito, nell’ambito del PON IC, l’Asse VI “Promuovere il superamento degli effetti della crisi nel contesto della pandemia di COVID-19 e delle sue conseguenze sociali e preparare una ripresa verde, digitale e resiliente dell’economia”.

Ammontano a 13,5 miliardi di euro le risorse del pacchetto REACT -EU destinate all’Italia per la realizzazione di interventi volti a contrastare le ricadute sociali ed economiche della crisi sanitaria e promuovere al contempo una ripresa economica in ottica verde e digitale.

Nell’ambito del PON IC, al Mezzogiorno d’Italia spettano 1,2 miliardi di euro e 600 milioni di euro al Centro Nord con cui verranno finanziati:

Interventi per le imprese, per favorire l’accesso al credito, l’ammodernamento tecnologico delle produzioni, la digitalizzazione, lo sviluppo e/o acquisizione di competenze, il sostegno a processi di R&S e grandi progetti di investimento e di Open Innovation.

Nuove iniziative in materia di energia, in particolare per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, l’efficientamento tecnologico delle reti di trasporto dell’energia per l’utilizzo di fonti rinnovabili e sull’implementazione di procedure basate sull’e-procurement.

La misura è gestita da Invitalia e i beneficiari degli interventi dovranno spendere le risorse concesse entro il 31 dicembre 2023.

Per ulteriori informazioni, contatta un esperto di PJ Consulting.

Contatti