Nuove attività produttive, ampliamenti di locali già esistenti, diversificazione dell’attività produttiva, innovazione di processi e prodotti, sono gli investimenti ammessi a favore delle farmacie pugliesi.  In particolare, i nuovi codici Ateco inseriti nella misura riguardano il Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (codice 47.73) e le Farmacie (codice 47.73.10) che potranno beneficiarie degli interventi del Titolo II Capo III della Regione Puglia “Aiuti agli investimenti delle micro, piccole e medie imprese”.

Le farmacie potranno richiedere un contributo a fondo perduto fino al 35% per le medie imprese,  e al 45% per le micro e piccole imprese, per un programma di minimo 30 mila euro di investimento.

Sono ammesse all’incentivo le spese sostenute per:  l’acquisto dell’immobile; la ristrutturazione; l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, nonché nuovi arredi;  miglioramento delle misure di prevenzione dei rischi, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro; le spese di progettazione ingegneristica e direzione dei lavori; acquisto di programmi informatici.

Gli acquisti e le spese devono essere effettuati dopo la presentazione della domanda inoltrata da un soggetto finanziatore (Banca o Cofidi) accreditato presso la Regione Puglia.

Per la presentazione della domanda, contatta un esperto di PJ Consulting e accedi all’incentivo.

Contatti