Boccata d’ossigeno per le PMI italiane: è stata rifinanziata dal Mise, con un importo di 300milioni di euro, la Nuova Sabatini, per sostenere le imprese italiane intenzionate ad effettuare investimenti strumentali, introdurre nuovi servizi e nel tempo, anche il probabile nuovo inserimento di personale.

La continuità operativa della misura era stata già assicurata dal Ministro Giorgetti con il Decreto Sostegni bis, attraverso lo stanziamento di 425 milioni di euro, che ha permesso lo scorso mese di luglio di riaprire lo sportello per la presentazione delle domande delle imprese.

A oggi quindi, l’ammontare complessivo delle risorse è pari a 725 milioni di euro.

Le imprese italiane potranno continuare a beneficiare delle agevolazioni per l’acquisto di beni materiali (macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuove di fabbrica e hardware) o immateriali (software e tecnologie digitali).

Approfondisci tutte le opportunità della Nuova Sabatini e scopri come fare domanda