Accordi innovazione

Destinato a sostenere l’internazionalizzazione delle microimprese manifutturiere con codice Ateco C, il bonus, a cura del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’ICE, è riconosciuto solo per alcune tipologie di imprese. Tra queste sono incluse quelle costituite in forma di reti o consorzi con sede in Italia, coinvolte in processi di sviluppo d’impresa e di digital transformation per l’export e che abbiano fornito servizi o prestazioni, relativi ad una o più delle spese ammissibili, per un ammontare di almeno 200.000 euro negli ultimi tre anni.

Gli importi dei contributi previsti dal bonus:

4.000 euro alle microimprese a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 5.000 euro;

22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 25.000 euro.

LE SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse al bonus le spese per:

la realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app;
la realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedano l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web;
la realizzazione di servizi accessori all’e-commerce;
la realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale dell’export digitale;
digital marketing finalizzato a sviluppare attività di internazionalizzazione;
servizi di CMS (Content Management System);
l’iscrizione e/o l’abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità;
servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano;
l’upgrade delle dotazioni di hardware necessarie allo sviluppo di processi organizzativi.

La domanda deve essere presentata esclusivamente online tramite la procedura informatica disponibile sul sito di Invitalia. Sono previste due fasi: compilazione della domanda a partire dal 10 maggio 2022; presentazione dal 16 maggio al 15 luglio 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse stanziate, pari a 30 milioni di euro.

Per maggiori informazioni, contatta un esperto di PJ Consulting.

Contatti

"*" indica i campi obbligatori

Consenso privacy*