Bonus Pubblicità 2021: prorogata la data di invio

Con l’aggiornamento delle piattaforma telematica, e a seguito delle modifiche del decreto Sostegni bis (Art.67, comma 10 DL 25 maggio n.73), è stata prorogata la data di invio della comunicazione per l’accesso al credito di imposta per gli investimenti pubblicitari per l’anno 2021.
Dal mese di settembre, la nuova finestra temporale per la prenotazione del bonus slitta così dal 1°al 30 ottobre 2021.

Il credito di imposta riconosciuto è del 50% del valore degli investimenti pubblicitari sia sui giornali, quotidiani e periodici in formato cartaceo e digitale, sia sui media radiotelevisivi, analogici e digitali locali o nazionali, con requisiti di ammissibilità e modalità di calcolo uguali.

Sono beneficiari dell’agevolazione le imprese o i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali.

Il modello di comunicazione va inviato attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Per informazioni e assistenza, consulta un esperto di PJ Consulting.

Contatti

Farmacie pugliesi incluse nel Titolo II Capo III

Nuove attività produttive, ampliamenti di locali già esistenti, diversificazione dell’attività produttiva, innovazione di processi e prodotti, sono gli investimenti ammessi a favore delle farmacie pugliesi.  In particolare, i nuovi codici Ateco inseriti nella misura riguardano il Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (codice 47.73) e le Farmacie (codice 47.73.10) che potranno beneficiarie degli interventi del Titolo II Capo III della Regione Puglia “Aiuti agli investimenti delle micro, piccole e medie imprese”.

Le farmacie potranno richiedere un contributo a fondo perduto fino al 35% per le medie imprese,  e al 45% per le micro e piccole imprese, per un programma di minimo 30 mila euro di investimento.

Sono ammesse all’incentivo le spese sostenute per:  l’acquisto dell’immobile; la ristrutturazione; l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, nonché nuovi arredi;  miglioramento delle misure di prevenzione dei rischi, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro; le spese di progettazione ingegneristica e direzione dei lavori; acquisto di programmi informatici.

Gli acquisti e le spese devono essere effettuati dopo la presentazione della domanda inoltrata da un soggetto finanziatore (Banca o Cofidi) accreditato presso la Regione Puglia.

Per la presentazione della domanda, contatta un esperto di PJ Consulting e accedi all’incentivo.

Contatti

 

 

Riapertura Sportello Simest dal 28 ottobre 2021

fondo simest

Con la riapertura dello sportello Simest dal 28 ottobre 2021, le PMI potranno presentare nuove domande per i finanziamenti agevolati del Fondo 394/81 e cofinanziamenti a fondo perduto a valere sulle risorse provenienti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Sette le linee di intervento del Fondo 394 di Simest:

  • la realizzazione di studi di fattibilità;
  • l’inserimento in mercati esteri(apertura di un ufficio, show room o negozio all’estero);
  • la patrimonializzazione delle imprese esportatrici;
  • la partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’Estero;
  • lo sviluppo di un canale e-commerce;
  • l’inserimento di un temporary export manager in azienda;
  • le attività di formazione e di assistenza post-vendita.

Salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse, le domande potranno essere presentate entro le ore 18.00 del 3 dicembre 2021.

Per maggiori informazioni, contatta un manager di PJ Consulting

Contatti

Stop parziale contratti di sviluppo: agevolazioni solo per trasporti e turismo

contratti di sviluppo

Dal 9 agosto 2021 il Mise ha dichiarato la chiusura parziale della misura agevolativa dei contratti di sviluppo a causa dell’esaurimento delle risorse, fatta eccezione per le domande di agevolazione degli interventi finalizzati ad aumentare la competitività delle imprese produttrici di beni e servizi nella filiera dei mezzi di trasporto pubblico su gomma e dei sistemi intelligenti per il trasporto e programmi di sviluppo turistici e integrazione settoriale.

In particolare, potranno continuare ad essere finanziati gli investimenti per la mobilità sostenibile con l’intento di: sviluppare e produrre nuove architetture di autobus, nell’ottica della migrazione verso sistemi di alimentazione alternativa, dell’alleggerimento dei veicoli, della digitalizzazione dei veicoli e dei loro componenti; ottimizzare e produrre sistemi di trazione a minore impatto ambientale; creare e/o ottimizzare filiere industriali per la produzione di componentistica per autoveicoli per il trasporto pubblico e lo sviluppo di nuove tecnologie IT applicate al trasporto pubblico; sviluppare, standardizzare e industrializzare sistemi di rifornimento e di ricarica, nonché sviluppare tecnologie finalizzate alla produzione di sistemi per la “smart charging” di autobus elettrici.

Per i programmi di sviluppo turistici e integrazione settoriale, ancora attiva la possibilità di inviare le domande fino ad esaurimento delle risorse per investimenti in attività turistiche in aree interne, o per recupero di strutture dismesse, e per la trasformazione di prodotti agricoli con annessi servizi di ospitalità.

Per informazioni e approfondimenti, contatta un manager di PJ Consulting

Contatti

Avviso Pubblico per interventi di manutenzione straordinaria strade comunali pugliesi

interventi di manutenzione straordinaria strade comunali pugliesi

Strada per strada, è il titolo del programma regionale straordinario che prevede 100 milioni di euro di contributi per finanziare interventi di manutenzione di strade comunali esistenti e relative pertinenze, volti al miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’infrastruttura e degli utenti, allo scopo di favorire un impulso alla ripresa delle attività economiche e all’incremento dei livelli occupazionali.

L’avviso è destinato alle Amministrazioni Comunali pugliesi che possono beneficiare del contributo massimo erogabile precedentemente deliberato dalla Giunta regionale lo scorso 16 giugno 2021.

INTERVENTI FINANZIABILI

Sono finanziabili interventi di: manutenzione straordinaria riguardanti tutte le strade comunali urbane ed extraurbane ed aree comunali destinate alla pubblica circolazione veicolare, pedonale e ciclabile e relative pertinenze, di servizio e di esercizio; su strade di proprietà di altri enti pubblici, purché ubicate nel proprio territorio e previo assenso dell’ente proprietario;

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute rientranti nei quadri economici dei progetti, in particolare: lavori, forniture e servizi connessi alla realizzazione dell’intervento, nonché funzionali alla sua piena operatività; indennità e contributi dovuti ad enti pubblici e privati come per legge (permessi, concessioni, autorizzazioni etc…) finalizzati all’esecuzione delle opere; spese generali nel limite massimo del 7% dell’importo dei lavori posto a base di gara quali spese necessarie per attività preliminari, spese di gara (commissioni di aggiudicazione), spese per verifiche tecniche a carico della stazione appaltante previste dal capitolato speciale d’appalto, incentivi per funzioni tecniche.

La pratica è complessa e richiede l’assistenza di un consulente esperto.

Per accedere ai contributi a fondo perduto, contatta un manager di PJ Consulting.

Contatti

Mise: pubblicato il bando per la realizzazione di progetti pilota

Valorizzazione delle risorse naturali, culturali e del turismo sostenibile, transizione ecologica, autoimprenditorialità e riqualificazione delle aree urbane e delle Aree Interne, realizzazione e ammodernamento di infrastrutture pubbliche: sono i progetti di investimento che beneficeranno delle agevolazioni previste dal bando sui progetti pilota innovativi a cui possono partecipare le PMI e gli enti locali.

Il bando, pubblicato dal Mise con l’intento di favorire la promozione e lo sviluppo del sistema produttivo sul territorio nazionale, prevede una dotazione finanziaria di 100milioni di euro e stabilisce i termini e le modalità per la richiesta dei contributi agevolativi per progetti pilota finanziabili con un ammontare massimo di 10milioni di euro.

Tra gli interventi ammissibili: progetti di investimento, avviamento, innovazione, nonché i progetti di investimento nel settore della produzione agricola primaria, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e nel settore della pesca e dell’acquacoltura.

La domanda dovrà essere presentata dai responsabili dei Patti Territoriali ancora operativi, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto, entro il 15/02/2022.

Una commissione tecnica valuterà i progetti pilota secondo criteri e punteggi stabiliti con decreto. Il soggetto gestore sarà Unioncamere.

Per informazioni e approfondimenti, contattare un manager di PJ Consulting.

Contatti

Regione Puglia Titolo II Capo 3 e Capo 6. Incrementate le aliquote agevolative

Aumenta l’appeal dell’aiuto regionale per le piccole e medie imprese pugliesi che possono presentare domanda sul Titolo II Capo 3 e Capo 6, la misura regionale di sostegno finalizzata a favorire lo sviluppo delle attività economiche delle piccole e medie imprese.

Le modifiche al regolamento (n.17 del 30 settembre 2014) della Puglia per aiuti compatibili con il mercato interno ai sensi del TFUE, sono state pubblicate sul Burp del 2 agosto 2021.

L’aiuto regionale viene finalmente elevato nella quota di fondo perduto sulla voce di spesa macchinari, impianti e attrezzature, fino a ieri ferma al 20%, passando così al 35% per le piccole imprese, con un massimale di 700.000 euro, elevabili a 800mila in presenza del rating di legalità, e dal 20% al 30% per le medie imprese, con un massimale di 1.200mila euro, elevabile a 1.300mila in presenza del rating di legalità.

Nel rispetto dei massimali della carta degli aiuti di stato (45% alle micro e piccole imprese e 35% alle medie imprese) e il cumulo con altre misure come il Credito Mezzogiorno, è necessario prestare attenzione al calcolo delle agevolazioni per non superare i limiti previsti e non incorrere in possibili revoche delle agevolazioni.

Per proporre progetti di investimento ammissibili e accedere agli incentivi, contatta un manager di PJ Consulting.

Contatti